High-dosage betahistine dihydrochloride between 288 and 480 mg/day in patients with severe Ménière’s disease: a case series

Franziska Lezius • Christine Adrion •
Ulrich Mansmann • Klaus Jahn • Michael Strupp

 

The objective of this study was to evaluate the
clinical benefit and the side effects of high dosages of
betahistine dihydrochloride (288–480 mg/day) in patients
with severe Ménière’s disease (MD).

 

Clicca qui per aprire l’articolo

Intratympanic gentamicin for Ménière’s disease or syndrome (Review)

Objectives: To assess the effectiveness of intratympanic gentamicin in the treatment of vertigo in Ménière’s disease.

Citation: Bas Pullens, UniversityMedical Centre Utrecht, Utrecht, Netherlands. Peter Paul van Benthem, Gelre Ziekenhuizen, Apeldoorn, Netherlands.

 Publication status and date: Edited (no change to conclusions), published in Issue 4, 2011.
Copyright © 2011 The Cochrane Collaboration.

Clicca qui per aprire l’articolo

LABIRINTOPATIE: PROGRESSI DIAGNOSTICI E CRITERI DI VALUTAZIONE MEDICO LEGALE

La valutazione medico legale della malattia di Menière

Aspetti controversi dell’accertamento diagnostico e criteri discriminanti per la tutela dello stato invalidante

Aldo Messina1, Massimo Grillo2

1Responsabile Ambulatorio Otoneurologia, Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi, Unità Operativa di Audiologia – direttore Prof. Enrico Martines – A.O.U. Policlinico “P. Giaccone”, Palermo 2Assistente in formazione presso la Scuola di Specializzazione in Medicina legale e delle Assicurazioni, Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi, Unità Operativa di Medicina Legale – direttore Prof. Paolo Procaccianti – A.O.U. Policlinico “P. Giaccone”, Palermo
 

Clicca qui per aprire l’articolo

Disorder of the saliva melatonin circadian rhythm in patients with Meniere’s disease

 

 

Aoki M, Yokota Y, Hayashi T, Kuze B, Murai M, Mizuta K, Ito Y. Disorder of the saliva melatonin circadian rhythm in patients with Meniere’s disease. Acta Neurol Scand 2006: 113: 256–261
 
Lo stress è coinvolto nello sviluppo dei sintomi della Malattia di Menière. Dato che i disturbi stress-correlati sono associati con l’alterazione del ritmo circadiano della melatonina, gli Autori hanno studiato il ritmo circadiano della melatonina in un gruppo di 13 malati di Menière, comparato con un gruppo di controllo, tramite l’analisi di campioni di saliva.
 
L’esito della ricerca ha evidenziato che i malati di Menière hanno un deficit del ritmo circadiano della melatonina che è correlato al loro livello di stress e depressione e non alla condizione clinica otologica.